Distretto Circolare Verde

 Il progetto contribuisce alla tutela ambientale e della salute della popolazione e dei lavoratori, grazie alla riduzione complessiva delle emissioni di CO2 e non vi sono emissioni di inquinanti in atmosfera. Nel caso del Waste to Chemicals i residui del processo di purificazione del gas vengono smaltiti in modo sicuro e la parte residuale che “avanza” dal processo di conversione (inerti che si trovano tra i rifiuti, residui non convertibili) vanno a comporre un residuo inerte vetrificato che può essere impiegato per diverse tipologie di applicazioni civili e industriali.

Ad oggi la vetrificazione della frazione inerte è del resto considerata dalla Comunità Europea la “BAT – best available technology” (migliore tecnologia disponibile) per rendere tale frazione valorizzabile in un’ottica di economia circolare.